Wednesday, 08 December 2021

Guccione (PD): "sulla SA/RC si passi dalle parole ai fatti"

Il consigliere del Pd Carlo Guccione


"Va senz’altro salutata positivamente la decisione del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Corrado Passera di compiere un sopralluogo nei cantieri della Salerno-Reggio Calabria per verificare di persona, insieme al vice ministro Mario Ciaccia e al presidente dell'Anas Pietro Ciucci, lo stato d'avanzamento dei lavori della Sa-RC”.

E’ quanto afferma, in una nota, il Consigliere regionale del Pd, on. Carlo Guccione. “La decisione di controllare personalmente, con i propri occhi, lo stato di avanzamento dei lavori di questa eterna incompiuta -prosegue la nota- indica il fatto che l’uomo di governo evidentemente non si fida di ciò che, con troppo ottimismo e con la complicità di un governo regionale totalmente incapace di assumere una sia pur minima iniziativa, gli viene riferito a Roma e per la cui verifica, in occasione dell’ultima “passeggiata” del presidente Ciucci, avevamo chiesto la nomina di un’apposita commissione parlamentare d’inchiesta.Ha fatto bene, dunque, il Ministro Passera a recarsi di persona sui cantieri aperti dell’A3.Egli si sarà senz’altro reso conto che, ad oggi, la situazione della Sa-Rc è la seguente: dei 294,220 chilometri del tratto calabrese dell’A3 ne risultano ultimati solo 101,200 mentre altri 118,720 chilometri sono stati appaltati. Rimangono ancora da finanziare e da progettare 58,600 chilometri.Il fabbisogno finanziario per il completo adeguamento dell’intero asse autostradale ammonta ad oltre 2,8 miliardi di euro. Di contro, la consistenza finanziaria prevista dalla Delibera Cipe del 3.8.2011 è pari a 217 milioni di euro e non consente di far fronte né ai fabbisogni relativi alle opere in esecuzione né, tanto meno, a risolvere il contenzioso che gli affidamenti in corso hanno già generato.Allo stato, pertanto, non è neanche lontanamente ipotizzabile una previsione di conclusione dell’opera per la quale è propedeutica una rigorosa e non più rinviabile definizione di tempi e modi di finanziamento”.“L’auspicio, a questo punto -conclude Guccione- è che si metta definitivamente la parola fine alle passerelle e ai sopralluoghi mediatici e si passi finalmente dalle parole ai fatti.

La Calabria e i calabresi hanno le tasche piene degli annunci ad effetto. Ora c’è bisogno di un’assunzione di responsabilità affinchè l’unica arteria autostradale calabrese venga restituita interamente alla disponibilità dei cittadini e ad un’ipotesi di sviluppo turistico che da diversi anni trova ostacoli pesantissimi nel fatto che questa autostrada sia stata ridotta ad un cantiere perennemente aperto”.

Guccione (PD)