Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Mercoledì, 01 Dicembre 2021

“Tesori del Mediterraneo” a Reggio dal 24 al 28 luglio

Il Lungomare di Reggio Calabria si trasforma in Cittadella del Mediterraneo. Dal 24 al 28 luglio torna in riva allo Stretto la kermesse “Tesori del Mediterraneo” ormai giunta alla sua VII edizione. La manifestazione, organizzata dall'associazione “Nuovi orizzonti”, è stata Il Lungomare di Reggio Calabria si trasforma in Cittadella del Mediterraneo. Dal 24 al 28 luglio torna in riva allo Stretto la kermesse “Tesori del Mediterraneo” ormai giunta alla sua VII edizione. La manifestazione, organizzata dall'associazione “Nuovi orizzonti”, è stata presentata lunedì scorso a Palazzo Campanella nel corso di una conferenza stampa moderata da Carlo Arnese.
Stand espositivi per la promozione del turismo e delle tipicità enogastronomiche, un salotto televisivo per dare spazio a dibattiti e confronti sullo sviluppo dell’area dello Stretto e tantissimi ospiti d’eccezione per veicolare al meglio l’immagine positiva della città dello Stretto e renderla il centro dei flussi turistici per una settimana, come dimostrato dall’aumento delle prenotazioni negli alberghi per il periodo della kermesse.
Le serate maggiormente attese sono quella di venerdì e sabato. Per venerdì è previsto  lo spettacolo “Salite a bordo”, al termine della tradizionale regata notturna. Insieme agli equipaggi sul palco ci saranno anche le miss del concorso nazionale di bellezza “La venere del Mediterraneo”. Sabato sarà la volta dello show “I giochi delle dee”, con prove di abilità delle miss, affiancate da personaggi famosi. Previste anche le esibizioni dei cantanti Valerio M, Tony La Rocca e Kiello. Gran finale domenica 28 luglio con “L’Olimpo degli dei”, durante il quale si esibiranno il comico di “Zelig” e “Colorado” Tony Manero e la cantante Roberta Bonanno.
“I tesori del Mediterraneo – ha detto Natalia Spanò, presidente dell’associazione “Nuovi Orizzonti” - è un evento che ha lo scopo di valorizzare le nostre specificità in un contesto nazionale. Inoltre, rappresenta un’occasione di scambio culturale e di dialogo fra diverse realtà”.
L’importanza di eventi di promozione del territorio calabrese come “Tesori del Mediterraneo” è stata sottolineata anche dal vicepresidente vicario del Consiglio regionale Alessandro Nicolò che ha rappresentato la Regione alla conferenza stampa di lancio dell’evento.
“La manifestazione di quest’anno – ha detto Alessandro Nicolò – è un caleidoscopio di iniziative: dalla storica regata per barche a remi, agli appuntamenti culturali, con una particolare attenzione dedicata ai giovani creativi sostenuti dalla Camera della Moda della Calabria. Portare aReggio Calabria, nelle condizioni date e in vigenza della spending review – ha sottolineato ancora il vicepresidente del Consiglio regionale – le rappresentanze territoriali delle nove regioni centromeridionali, oltre alla provincia di Salerno ed ai comuni di Messina, L’Aquila e Amalfi, è testimonianza dell’impegno e della credibilità di “Nuovi Orizzonti” che la Regione ha voluto sostenere per veicolare l’immagine migliore del nostro territorio. Nonostante l’insufficienza delle risorse, siamo oggettivamente  sostenere tutti gli sforzi necessari affinchè possano moltiplicarsi simili occasioni di festa e di confronto capacidi attrarre cittadini e turisti, appuntamenti utilissimi anche ad accrescere le opportunità di lavoro visto che all’interno della rassegna ampio spazio sarà offerto alla degustazione dei prodotti tipici locali. Infine, voglio particolarmente sottolineare che quest’anno, “Tesori del Mediterraneo” prevede anche un appuntamento di spiritualità: ai partecipanti ed ai visitatori sarà offerta l’occasione di conoscere il Monastero della Visitazione dedicato alla memoria del Beato padre Catanoso, un luogo di preghiera, di profonda meditazione, in grado di stimolare l’interesse di tanti credenti che scelgono di vivere il tempo libero nella fede”.
Proprio l’apertura del Monastero e il ricordo di padre Catanoso rappresentano la novità principale della manifestazione di quest’anno che si spera possa dare il là all’avvio di una stagione del turismo religioso che in Calabria, nonostante le grandi potenzialità, non è mai decollato.