Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Martedì, 30 Novembre 2021

A Rende una settimana all'insegna della natura

Una settimana di grande attività quella che, dal 27 maggio al 1 giugno, concluderà il  programma regionale InFea realizzato dal Centro di Esperienza “Casa della Natura” di Rende  attraverso la “Mostra esperenziale per studenti e insegnanti curiosi...”. Il Cea persegue  ostinatamente l'obiettivo di far entrare a pieno titolo nelle scuole le tematiche che  riguardano l’ambiente, la sua conservazione, lo sviluppo sostenibile, assumendosi, ormai da  anni, il compito di lavorare con centinaia di studenti affinché la natura sia guardatacon  occhi nuovi, con maggiore consapevolezza, con un nuovo senso di responsabilità. Accanto ai  temi tradizionali legati alla biodiversità, quest'anno è stata messa a fuoco la tematica dei  rifiuti e della raccolta differenziata e la Mostra servirà ad evidenziare il lavoro svolto  con le scuole di ogni ordine e grado. Sarà così possibile ogni giorno partecipare alle varie  attività e ai laboratori, a cominciare da quello del riciclo creativo. L'inaugurazione della  mostra avverrà il 27 maggio alle ore 10.30 alla presenza del presidente della Provincia Mario Oliverio e dell’assessore provinciale Biagio Diana. “Senza pretendere di avere il respiro dei grandi eventi fieristici - ha commentato il presidente del Cipr (Comitato Italiano per la Protezione degli Uccelli Rapaci), Mauro Tripepi - la mostra esibirà in varie postazioni anche la collaborazione all'iniziativa offerta dal Wwf, dalla Polizia provinciale, dalla Calabra Maceri, dalla Libreria Ubik. Una giornata particolare sarà quella dedicata all'originale lavoro di stampo laboratoriale-sperimentale "Creation-Gioco per alchimisti e cosmonauti" realizzata dal Babylon Performing Group, artisti, attori e musicisti alle prese con la sperimentazione di materiali di riciclo per la creazione di atmosfere, suggestioni visive e sonore incentrate sul rapporto uomo-ambiente”. Infine, il 1 giugno, dalle ore 10,00 saranno i Cea afferenti al Laboratorio Territoriale di Rende a mettere a confronto le esperienze di didattica ambientale attuate in contesti territoriali diversi e a rappresentarle all'assessore regionale all’Ambiente Francesco Pugliano e all’assessore provinciale all’Ambiente Giuseppe Aieta, nell'auspicio che l'educazione ambientale trovi finalmente piena cittadinanza e stabilità istituzionale attraverso scelte politiche adeguate e di lungo respiro”.

Cos'è il programma regionale InFea

Il documento di indirizzo sancito nella seduta della Conferenza Stato-Regioni ha posto le basi per una costruttiva collaborazione tra l’Amministrazione centrale e le Regioni: esso, infatti, prevede la costruzione di un sistema nazionale In.Fea proprio attraverso l'integrazione di sistemi a scala regionale, da configurarsi, poi, come strutture di orientamento, indirizzo, supporto, coordinamento e verifica delle esperienze che si sviluppano e si propongono sul territorio. Da questo contesto deriva il Programma regionale In.Fea, predisposto proprio per dare attuazione alle determinazioni contenute nell'accordo Stato-Regioni. Successivamente è stato sottoscritto l'Accordo di Programma con il ministero dell'Ambiente. Istituito nel 1992 nell'ambito del Programma Triennale per la Tutela dell'Ambiente (PTTA 89/91) del ministero dell'Ambiente, il Cedam-Centro di Educazione e Documentazione Ambientale, ubicato presso la sede del Crati Srl all'interno dell'Università della Calabria è stato il primo centro permanente di Educazione Ambientale in Calabria. In seguito, nell'ambito del Programma Operativo Multiregionale Ambientale (P.O.M.A. 94/99), sono state rafforzate le attività del CEDAM e sono stati finanziati un nuovo Laboratorio Territoriale (Laboratorio Territoriale Provinciale di Reggio Calabria) e tre Centri di Esperienza  (Cea Pollino a Civita, Cea Villa Vittoria  a Mongiana e Cea Casa della Natura a Rende).In occasione del programma Inf.ea 2002/2003, l’assessorato all’Ambiente della Regione Calabria costituisce il Centro Crarecon il compito di coordinamento della Rete regionale di Educazione Ambientale. Sempre con lo stesso programma sono stati finanziati 5 laboratori territoriali e 11 Centri di Esperienza.

Programma

27 maggio ore 10,30 - Inaugurazione mostra alla presenza del presidente della Provincia Mario Oliverio e dell’assessore provinciale Biagio Diana.

Ore 11,00  presentazione alla stampa.

28 maggio ore 10,00 - Attività di EducazioneAmbientale - Laboratori

29 maggio ore 10,00 - Attività di Educazione Ambientale - Laboratori

30 maggio ore 10.00 - Spettacolo Teatro Musica

31 maggio ore 10,00 - Attività di Educazione Ambientale - Laboratori

1 giugno ore 10.00 - Conferenza  “I CEA territoriali: esperienze a confronto”.

Intervengono l’assessore regionale all’Ambiente Francesco Pugliano e l’assessore provinciale all’ambiente Giuseppe Aieta ed i responsabili dei Cea–InFea.