Sabato, 25 Maggio 2024

Nuove sale operatorie a Castrovillari. Laghi: "Continuare con il rilancio dell’ospedale"


È giusto lottare per la risoluzione dei problemi ma oggi è l'occasione per festeggiare una piccola vittoria per questo territorio e questo ospedale". Così Ferdinando Laghi in occasione dell'inaugurazione, alla presenza del Presidente Occhiuto, delle sale operatorie dello spoke di Castrovillari, entrate in funzione dopo circa 15 anni.

"È giusto festeggiare - continua il capogruppo di De Magistris Presidente in Consiglio regionale - anche perché per la prima volta il blocco operatorio è stato inaugurato dopo essere finalmente entrato in funzione". 

Laghi si dice lieto che il Presidente sia venuto a far visita al "Ferrari", tra l'altro a pochi giorni dall'incontro previsto per la prossima settimana tra il commissario dell'Asp di Cosenza, Antonio Graziano e i membri del Tavolo per la tutela della salute, riunitosi proprio di recente. Incontro che dovrà portare alla definizione dei punti più urgenti inseriti nella piattaforma elaborata dalle Istituzioni, Sindaci, Sindacati e Associazioni che del Tavolo fanno parte. 

In primo luogo resta in sospeso l'attivazione dell’Unità Operativa complessa di Riabilitazione intensiva fisiatrica all’Ospedale di Castrovillari, che diventa ancora più urgente all'indomani delle linee guida emanate dalla Regione per la compilazione degli atti aziendali. I Commissari straordinari delle cinque ASP calabresi hanno ora solo un mese di tempo per proporre gli Atti Aziendali, dopo averli discussi con Sindaci e Organizzazioni sindacali. 

"Siamo quindi allo scioglimento di questo nodo, fondamentale per tutto il territorio del Pollino e dell’Esaro, nonché per le strutture sanitarie di Mormanno, Lungro e San Marco Argentano, oltre che per il nosocomio di Castrovillari -ha concluso Laghi. L’UOC di Riabilitazione Intensiva Fisiatrica, attesa da oltre dieci anni e avallata da tutti gli atti amministrativi necessari, deve necessariamente essere prevista nel nuovo Atto Aziendale, se si vuole effettivamente implementarla".

Una rassicurazione in tal senso arriva dallo stesso commissario Graziano il quale, in un colloquio informale avuto a margine dell’inaugurazione delle nuove sale operatorie, ha assicurato l'inserimento nell'atto aziendale dell'unità operativa in questione. Una conferma, quindi, che conforta non tanto e non solo il Consigliere regionale, bensì un'intera popolazione che potrà finalmente fruire di un elemento importante e da troppo tempo atteso nell’ambito del diritto alla salute.