Tuesday, 07 December 2021

Franco Ferrarotti parla del suo amico Cesare Pavese

“Io e Pavese eravamo due contadini perduti a Torino”. Così il sociologo ed intellettuale Franco Ferrarotti in quest’intervista che svela particolari inediti sullo scrittore e poeta che visse l’esperienza del confino in Calabria. Il professore emerito di Sociologia alla “Sapienza” “Io e Pavese eravamo due contadini perduti a Torino”. Così il sociologo ed intellettuale Franco Ferrarotti in quest’intervista che svela particolari inediti sullo scrittore e poeta che visse l’esperienza del confino in Calabria. Il professore emerito di Sociologia alla “Sapienza” di Roma parla di un rapporto d’amicizia nato sulla base della condivisione di passioni comuni: le traduzioni dei testi letterari di autori stranieri ed “il culto della parola esatta”. Un' intervista effettuata da Chiara Fera che è anche una “finestra” sul Ventennio e sui suoi protagonisti.

Link all'articolo:

http://5.249.128.22/vecchio-calabriaonweb/2013/10/15/il-mio-amico-cesare-pavese-e-quelli-che-non-lhanno-mai-capito-mi-telefono-prima-di-suicidarsi-ma-io-ero-al-mare-3/