Monday, 06 December 2021

Disco verde dell'Aula al bilancio

Nella seduta consiliare di fine anno, l’Assemblea legislativa - presieduta da Giovanni Arruzzolo - ha approvato il Rendiconto Generale relativo all'esercizio finanziario 2019; il Bilancio consolidato dell'anno 2019 e l’Assestamento del bilancio di previsione della Regione Calabria per gli anni 2020- 2022.

Via libera anche al Bilancio di previsione del Consiglio regionale per gli esercizi 2021-2023 e approvazione del Piano degli indicatori di bilancio esercizi 2021-2023; al Documento di Economia e Finanza (DEFR) per gli anni 2021-2023; alla Legge di stabilità regionale 2021 e al Bilancio di previsione finanziario della Regione Calabria per gli anni 2021-2023.

Nell’illustrare quest’ultimo provvedimento, l’assessore al ramo Francesco Talarico ha dichiarato: “Un documento che ricalca sostanzialmente e migliora il Bilancio previsionale 2020-2023 approvato ad aprile. È il miglior Bilancio possibile - ha commentato - in un momento storico estremamente complesso a causa dell’emergenza per il coronavirus. Un Bilancio improntato alla massima attenzione alla spesa delle risorse pubbliche”.

Al netto delle partite di giro, della anticipazione di cassa e del fondo pluriennale vincolato, il Bilancio di competenza della Regione ammonta complessivamente per l’anno 2021, a circa 6,1 miliardi di euro circa. In gran parte - è scritto nella relazione - si tratta di risorse a destinazione vincolata, o meglio, di somme il cui utilizzo può aver luogo solo per finalità stabilite da altri decisori istituzionali o con questi concordate.

Le risorse destinate al finanziamento del Servizio Sanitario Regionale - è precisato nel testo - sono pari al 61,6% del totale, per circa 3,8 miliardi di euro. Altri fondi riguardano l’annualità 2021 del POR Calabria e del PAC 2014-2020, (567,8 miliardi di euro; 9,2%), le risorse del Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020 (497,9 milioni di euro; 8,1%), nonché ulteriori fondi di natura vincolata assegnati a vario titolo dallo Stato o da altri soggetti (397,3 milioni di euro circa, pari al 6,4%).

Le entrate libere da vincoli da destinare a finalità autonomamente definite dalla Regione ammontano, invece, dopo l’approvazione della legge da parte del Consiglio regionale, a circa 822 milioni di euro.

Le previsioni di Bilancio - è riportato ancora nella relazione - sono state formulate avendo come obiettivo prioritario la necessità della salvaguardia degli equilibri di bilancio, dei principi contabili vigenti e dello stato di attuazione della programmazione nazionale e comunitaria.

Nel corso dei lavori, l’Aula ha dato il via libera ad alcune proposte di provvedimento amministrativo inerenti alla programmazione comunitaria.

 

Dopo l’approvazione di due proposte normative relative al riconoscimento della legittimità dei debiti fuori bilancio di cui all'art. 73 comma 1, lettera e) del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, il Consiglio ha licenziato il Rendiconto esercizio 2019 dell'Azienda Calabria Lavoro, il Piano Sociale Regionale 2020-2022, la Modifica della legge regionale 21 agosto 2007, n. 18 (Norme in materia di usi civici) Proroga termini e le Modifiche ed integrazioni alla legge regionale 30 marzo 1995, n. 8 (Norme per la regolarizzazione delle occupazioni senza titolo degli alloggi di edilizia residenziale pubblica).

La seduta ha visto poi il rientro in Aula nelle funzioni di consigliere regionale di Domenico Tallini al quale era stata revocata la misura cautelare degli arresti domiciliari. “Pur ribadendo la fiducia nella magistratura” - Tallini ha parlato di “evidenti errori nei suoi confronti e ribadito di non aver mai avuto contatti, neanche indiretti, con la criminalità organizzata. La difesa della mia onorabilità - ha concluso - rappresenta oggi la mia principale ragione di vita, a cui dedicherò ogni energia e sforzo per fare trionfare la verità. Lo devo - ha concluso - in primis, alla mia famiglia e alle migliaia di calabresi che mi hanno onorato con la loro fiducia”.