Monday, 17 January 2022

Giordano (Idv) a tutela dei lavoratori del Consorzio per lo Sviluppo Industriale

Il consigliere regionale di Italia dei  Valori Giuseppe Giordano  ha presentato una interrogazione a risposta immediata sul  mancato pagamento da parte della regione Calabria delle spettanze a favore del Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Provincia di Reggio Calabria.
L’intervento del consigliere regionale nasce “dalla  grave crisi finanziaria ed economica che coinvolge l’ente strumentale regionale e già denunciata dalle rappresentanze sindacai. In un recente incontro presso la Prefettura- rileva Giordano - i sindacati  hanno evidenziato una serie di criticità, quali la mancata programmazione , il mancato affidamento di progetti, la totale incertezza nella gestione delle infrastrutture realizzate negli anni dal Consorzio con i relativi oneri di manutenzione, i mancati pagamenti a vario titolo da parte della stessa Regione”.
Secondo Giordano “tale  situazione ha determinato una crisi di liquidità del Consorzio, aggravata ulteriormente dal mancato pagamento da parte dell’Ente regione di un credito vantato dall’Asireg pari a circa un 1.100.000,00 euro e relativo al saldo di un vecchio APQ. Rispetto a tale credito, certo liquido ed esigibile, il Dipartimento Attività Produttive ha emesso un decreto di liquidazione risalente allo scorso mese di aprile e, nonostante le rassicurazioni pervenute, a tutt’oggi, le somme non sono state corrisposte”.
“Per tali motivi- evidenzia il consigliere regionale- attraverso l’interrogazione presentata si intende sapere se per il credito di circa 1.100.000,00 euro vantato dal consorzio Asireg nei confronti della regione sia stata disposta, a seguito del decreto di liquidazione, l’erogazione della somma e, in caso contrario, quali siano le motivazioni tecniche della mancata corresponsione, quali interventi siano stati posti in essere dalla Giunta regionale per il superamento delle criticità denunciate dalle organizzazioni sindacali, quali iniziative, in caso contrario, si intendano intraprendere per risolvere in via immediata il mancato pagamento delle spettanze a favore dell’Asireg e in tempi brevi i nodi strutturali afferenti la mancata funzionalità del Consorzio rispetto ai propri compiti istituzionali”.
“Sotto un profilo più generale, stante le gravi criticità che interessano  i Consorzi regionali, ho ritenuto opportuno -  conclude l’esponente politico -  chiedere se  il  Governo regionale si sia comunque attivato per programmare una proposta legislativa finalizzata ad un riordino complessivo del settore che meglio risponda al mutato quadro socioeconomico”.