Monday, 26 September 2022

Nucera (Pdl): "La crisi si combatte con il lavoro"

“I temi della campagna elettorale diventano sempre più roventi. Ma si parla ancora poco di un tema tra i più importanti, che è quello del lavoro”. E’ quanto afferma il Segretario Questore del Consiglio regionale che evidenzia l’allarme sociale rappresentato “I temi della campagna elettorale diventano sempre più roventi. Ma si parla ancora poco di un tema tra i più importanti, che è quello del lavoro”. E’ quanto afferma il Segretario Questore del Consiglio regionale che evidenzia l’allarme sociale rappresentato dalla disoccupazione e dalla mancanza di lavoro in Calabria.
“Il 2013 è da molti definito l’anno della svolta, della cosiddetta ‘uscita dal tunnel’, ma si dimentica che la crisi si combatte con il lavoro. E’ l’unico strumento che consente, ridando dignità alla gente, di riavviare l’economia nazionale ed europea. Inutile illudersi – prosegue Nucera – su questa o quella soluzione che in molti già si affrettano e si affretteranno presto a suggerire dai dibattiti elettorali. La sola parola d’ordine sulla quale il futuro governo dovrà agire, anzi, avrà il dovere di agire, è quello del lavoro. La nostra regione, nonostante le difficoltà di bilancio, i tagli ai trasferimenti dello Stato, ha messo in campo ingenti risorse per proporre azioni che promuovano la creazione di nuovi posti di lavoro stabili.  Il percorso ègià in itinere – ricorda Nucera – e stiamo organizzando sul territorio, dopo quelli già tenuti in importanti centri, incontri di informazione e divulgazione delle opportunità che si stanno via via rendendo disponibili. Iniziative che hanno avuto successo, e coinvolto centinaia di giovani interessati alle nostre proposte. Non potevamo fare altrimenti  di fronte ai dati drammatici, assolutamente inaccettabili, che riguardano la Calabria, dove oltre il 20% dei cittadini attivi è senza lavoro. Non solo giovani, ma anche over 40 che hanno ancora maggiori difficoltà a reinserirsi nel tessuto produttivo regionale calabrese, già debole e duramente colpito dalla crisi”.
“Il 2013 sarà un anno ancora più difficile” – commenta Nucera, ricordando che le previsioni economiche immaginano una lieve ripresa solo nella seconda metà dell’anno.  “Agli italiani sono stati chiesti in questi ultimi mesi, grandi sacrifici, rinunce – commenta Nucera – che adesso devono essere ripagate con politiche di largo respiro, per avviare in modo deciso una ripresa che deve coinvolgere l’intero Paese. Per questo, chiedo, anzi pretendo, che le forze politiche, i candidati al Parlamento di questa Regione pongano al centro del loro programma politico la Calabria, con nuove politiche di incentivo al lavoro, progetti specifici per i diversi territori, ad esempio la locride, come ho più volte ribadito, guardando alle potenzialità di ogni area, dal turismo, al paesaggio, dall’industria, all’agricoltura”.
“Insomma – conclude Nucera – pensare alla Calabria come ad un’immagine da comporre a mosaico con i tasselli economici e legislativi giusti per ogni sua parte. Solo così riusciremo a costruire la Regione che immaginiamo e che vogliamo, in cui tutti si riconoscano ed in cui ciascuno trovi una buona ragione per restare e costruire qui il proprio avvenire”.