Monday, 17 January 2022

Talarico: "Presto altri tagli ai costi della politica"

“Nella seduta odierna di Consiglio regionale approveremo una norma attraverso cui assegneremo il controllo dei bilanci dei gruppi ad una società di certificazione esterna. Al tempo stesso, è nostro obiettivo individuare ulteriori risparmi, rispetto a quelli significativi già operati, sui “Nella seduta odierna di Consiglio regionale approveremo una norma attraverso cui assegneremo il controllo dei bilanci dei gruppi ad una società di certificazione esterna. Al tempo stesso, è nostro obiettivo individuare ulteriori risparmi, rispetto a quelli significativi già operati, sui così detti costi della politica, senza per questo sacrificare la democrazia e la necessaria attività dei gruppi consiliari”.
Esordisce così il presidente del Consiglio Francesco Talarico nel corso di una conferenza stampa, che il coordinatore portavoce Domenico Nunnari ha definito “un altro momento del confronto e della collaborazione tra Consiglio regionale e organi di informazione”.
Alla presenza del presidente della Giunta, Giuspeppe Scopelliti, del vicepresidente del Consiglio Alessandro Nicolò e del segretario questore Giovanni Nucera, il presidente Talarico ha fornito l’esatta misura del finanziamento dei gruppi (complessivamente per l’anno in corso ammontano a 4,25 milioni di euro), ricordando l’opera di alleggerimento dei costi che ha interessato il Consiglio regionale. “Siamo la seconda regione d’Italia ad avere abolito il vitalizio per i consiglieri, risparmiando una cifra che avrebbe indebitato a vita la Regione. Ancora, abbiamo ridotto gli assessori da 12 a 8, abolito i sottosegretari, diminuito le Commissioni consiliari da dieci a sei. Dunque, una serie di risparmi significativi e di risorse che il Consiglio ha restituito alla Giunta regionale, pari a nove milioni di euro e ridestinando la somma risparmiata al finanziamento della legge sul termalismo, alla prosecuzione dei programmi stage, ai precari e alle fasce sociali meno abbienti. Tutto questo senza dimenticare i 130nuovi assunti per effetto del concorso pubblico avviato nella precedente legislatura”.
Quanto ai tagli sullo status di consigliere regionale, il presidente Talarico ha ricordato come “la Calabria, sulla scia di quanto stabilito dalla Camera dei Deputati per i parlamentari, sia stata tra le prime ad applicare automaticamente a cascata, con un risparmio di mille euro a consigliere, la decurtazione sulle indennità, aumentandolo di un successivo dieci per cento”.
Altre questioni di cui ultimamente si è occupata la stampa: la scarsa produttività del Consiglio regionale, le spese di rappresentanza e  un opuscolo informativo  sull’attività istituzionale del Presidente e Ufficio di Presidenza. “Relativamente alle sedute del Consiglio regionale dell’ultimo anno, è vero che sono state 14, ma  con l’approvazione di 51 leggi, 25 provvedimenti amministrativi di iniziativa della Giunta regionale e 60 question time. Ed allora, perché non capire cosa e quanto si è fatto, legando le convocazioni alla produttività?”.
“Sulle spese di rappresentanza, è bene chiarirsi che non sono prerogativa esclusiva del Presidente del Consiglio, come se potesse decidere liberamente, ponendo solo un tratto di penna. Le spese di rappresentanza  erano 1,7 milioni nel 2008,  1,4 nel 2009, e a seguire, sono arrivate ai settecentomila di quest’anno, finanziando in particolare manifestazioni e convegni istituzionali, progetti come “La Gerbera Gialla” con l’associazione “Riferimenti” per l’affermazione della legalità nelle scuole; la “Bottega per la Legalità”, l’acquisto di tre puntatori oculari a sostegno degli ammalati di Sla; il pagamento delle spese per gli studenti calabresi in visita nella sede del Consiglio regionale, nonché l’acquisto di diversi libri per la formazione dei ragazzi calabresi. Ma non ci fermeremo qui; d’accordo, infatti, con i colleghi dell’Ufficio di Presidenza, contiamo per il prossimo anno di tagliare ulteriormente tali spese, scegliendo anche i progetti da realizzare che siano di forte impatto sociale ed istituzionale”. Infine,  Francesco Talarico si è soffermato su quello che, impropriamente,  è stato chiamato il book fotografico del Presidente. “E’ stata un’iniziativa votata all’unanimità dall’Ufficio di Presidenza, finanziata anche con i tagli della partecipazione al Columbus Day e distribuito gratuitamente  in abbinamento al quotidiano più letto in Calabria . L’obiettivo era spiegare ai nostri concittadini quanto di positivo viene prodotto dall’Istituzione Regione, contribuendo a dare una immagine positiva della nostra terra”.