Wednesday, 08 December 2021

L’Assemblea legislativa presieduta da Nicola Irto ha dato il ‘via libera’ alla costituzione della più grande struttura sanitaria regionale: ‘Pugliese Ciaccio’ e il Policlinico universitario ‘Mater Domini’ diventano così un ‘unicum’, un grande centro di studi e di cura per la popolazione calabrese, dentro cui già convivono importanti realtà dell’eccellenza medica.

Leggi il contenuto completo dell'articolo

Un confronto su un unico argomento, strategico per il presente della Calabria ed il suo futuro: lo stato di attuazione del Por 2014/2020, un rosario di interventi prioritari – dalla promozione della ricerca, allo sviluppo dell’agenda digitale;

Leggi il contenuto completo dell'articolo

Il Presidente del Consiglio regionale della Calabria Nicola Irto parteciperà il prossimo 25 febbraio, con inizio alle ore 14,30 (Sala ‘Federica Monteleone’ di Palazzo Campanella), all’incontro con il presidente della Fondazione ‘Con il Sud’, Carlo Borgomeo, sul tema:

Leggi il contenuto completo dell'articolo

Una convocazione snodatasi tra il ‘botta e risposta’ tra i consiglieri e gli assessori incaricati di rispondere sugli argomenti proposti da interrogazioni, mozioni e interpellanze, soprattutto su sanità e infrastrutture, che sono i temi di maggiore evidenza della società calabrese.

Leggi il contenuto completo dell'articolo

 “Nessun trasferimento di poteri e di risorse ad altre Regioni (Lombardia, Veneto e Emilia Romagna), sino a che il Governo nazionale non definirà le prestazioni concernenti i diritti civili e sociali che devono essere garantiti su tutto il territorio nazionale ai sensi dell’art. 117, lettera m della Costituzione”.

Attachments:
Download this file (Risoluzione_n_1_del 30_01_19.pdf)Risoluzione_n_1_del 30_01_19.pdf[ ]818 kB
Leggi il contenuto completo dell'articolo

Il Consiglio regionale, presieduto da Nicola Irto, ha approvato una proposta di legge di iniziativa della Giunta regionale con cui si accoglie la richiesta delle Comunità d’Ambito, “per evidenti difficoltà operative, gestionali ed economiche”, di essere affiancate per un massimo di dodici mesi attraverso una delega della funzione amministrativa  della gestione tecnico-contabile dei contratti, con l’impegno che gli enti locali assicurino la puntualità del flusso di cassa necessario a far fronte alle obbligazioni contrattuali.

Leggi il contenuto completo dell'articolo