Tuesday, 30 November 2021

Mirabello: "Efficace lavoro della Commissione su Dieta Mediterranea,lotta all'autismo e contrasto al crimine organizzato". 

La terza Commissione consiliare, ’Sanità, attività sociali, culturali e formative’, presieduta dal consigliere Michele Mirabello, ha esaminato ed approvato alcuni provvedimenti e proposte di legge nel corso della seduta odierna.

Il presidente della III commissione Michelangelo Mirabello (Pd) Il presidente della III commissione Michelangelo Mirabello (Pd)


La Commissione ha dato parere favorevole al disegno di legge di iniziativa della Giunta regionale  che disciplina il sistema teatrale calabrese, individuando “il teatro come elemento fondamentale della cultura regionale e quale mezzo di promozione culturale, espressione artistica, di formazione e di aggregazione sociale, di sviluppo economico”. La legge, tra l’altro, prevede “l’erogazione di finanziamenti per progetti finalizzati alla formazione  professionale per il personale artistico e tecnico”, e favorisce la produzione e circuitazione degli spettacoli.
Successivamente, la Commissione ha approvato una proposta di legge di iniziativa dello stesso presidente Mirabello e dei consiglieri Giudiceandrea, Battaglia, Irto, Bevacqua e Romeo, per ‘interventi di assistenza a favore di persone con disturbi autistici e dello spettro autistico dall’età evolutiva a quella adulta’, la legge sulla valorizzazione della “Dieta mediterranea italiana di Riferimento di Nicotera (proponenti, Mirabello e Greco), la nuova normativa a sostegno delle vittime della criminalità e contro l’usura (di iniziativa della Giunta regionale) e  la legge per la ‘prevenzione ed il contrasto della criminalità organizzata e per la promozione della cultura della legalità e dell’economia responsabile’, di iniziativa dei consiglieri Bova, Arruzzolo, Cannizzaro, Nicolò, Graziano, Morrone, Romeo, Giudiceandrea, Sergio, Neri e Battaglia. Su quest’ultimo argomento, è intervenuto per gli ulteriori approfondimenti il presidente della Commissione antidrangheta Arturo Bova.
“L’approvazione del progetto di legge sulla valorizzazione della Dieta Mediterranea – ha dichiarato il presidente Michele Mirabello a conclusione dei lavori – è un traguardo di assoluto valore che va, però, perfezionato rapidamente con l’approvazione finale del Consiglio regionale. La legge raccoglie e rilancia un’ esperienza ultradecennale avviata dalla Camera di commercio di Vibo Valentia e diventata patrimonio dell’Unesco come bene immateriale dell’umanità, che promuove e valorizza i prodotti agroalimentari tipici di quel territorio come il formaggio pecorino del Monte Poro, i mostaccioli di Soriano, il tartufo di Pizzo, la ‘nduja di Spilinga, la bottarga di tonno, rappresentative della tipicità agroalimentare calabrese”.
“La Dieta Mediterranea, le cui caratteristiche nutritive ed organolettiche sono ormai ben note e sperimentate scientificamente – ha sottolineato Michele Mirabello – non solo contribuisce a limitare l’incidenza di malattie coronariche e la prevenzione di disfunzioni alimentari, quali l’obesità, ma recupera una tradizione culturale e antropologica che senza dubbio sarà una delle attrattive maggiori del territorio vibonese e della Calabria”.
“Ed ancora – ha continuato Mirabello – voglio esprimere la mia soddisfazione per la decisione della Commissione di approvare la legge in favore delle persone con autismo, una patologia che colpisce sin dall’età infantile e accompagna negativamente l’evoluzione dello sviluppo dell’individuo, un vuoto che andava colmato. Infine, dopo avere audito ed apprezzato la dottoressa Debora Cilio per conto del gruppo sociale spontaneo ‘Le bambine di Gaia’, a nome dell’intera Commissione ho richiesto la presenza ai prossimi lavori dell’organismo del direttore generale dell’Asp di Cosenza, affinchè esponga tutte le iniziative intraprese  per consentire ai genitori di bambini colpiti da patologie da psicomotricità di usufruire dei servizi e dei programmi terapeutici atti a superare le limitazioni che tali patologie impongono”.
Ai lavori della Commissione hanno contribuito i consiglieri Sculco, Sergio, Nicolo’, Morrone, Greco, Giudiceandrea e Bova.