Saturday, 22 January 2022

III Commissione: “Ultimi passaggi per la creazione del Registro Tumori all’Asp di Reggio”

E’ tornata ad occuparsi del Registro Tumori la terza Commissione “Sanità, attività sociali, culturali e formative” presieduta dal consigliere Salvatore Pacenza che oggi ha nuovamente audito il direttore generale dell’Asp di Reggio Calabria Rosanna Squillacioti per una verifica sul cronoprogramma E’ tornata ad occuparsi del Registro Tumori la terza Commissione “Sanità, attività sociali, culturali e formative” presieduta dal consigliere Salvatore Pacenza che oggi ha nuovamente audito il direttore generale dell’Asp di Reggio Calabria Rosanna Squillacioti per una verifica sul cronoprogramma ai fini della creazione di una struttura che dovrà raccogliere, valutare, organizzare ed archiviare in modo permanente e sistematico i casi di cancro rendendo queste informazioni disponibili per studie ricerche e fornendo altresì un indicatore fondamentale della qualità dei servizi diagnostici e terapeutici.
Sull’argomento, il direttore generale dell’Asp (presente anche la dott.ssa Filomena Zappia) ha ribadito “attenzione massima e rassicurazioni sui tempi informando che sono state già espletate tutte le procedure (la gara tecnologica) per l’acquisto del software. Anche rispetto al reclutamento del personale - ha detto - siamo nella fase conclusiva essendo già pronto un avviso interno”.
Altro argomento affrontato nel corso dell’audizione, la situazione economico-patrimoniale dell’Asp di Reggio, anche alla luce di un verbale prodotto dal Collegio sindacale dei revisori dei conti. Dopo l’intervento del direttore amministrativo Vincenzo Scali, il dirigente del Settore Bilancio dell’Asp, Diego Vitrioli è stato interpellato in merito ai debiti fuori bilancio ed alla farmaceutica.
L’istituzione del Registro tumori funzionale all’attivazione delle indagini epidemiologiche è stata auspicata anche da Francesco Cirillo, rappresentante del Comitato “Giovanni Moccia” per le bonifiche dei terreni, dei fiumi e mari della Calabria di Praia a Mare, comitato ambientalista “che si occupa delle condizioni di salute nelle fabbriche del tirreno-consentino nonchè in altre realtà, in considerazione dell’alta incidenza di morte per neoplasie”.
Per Giuseppe Greco (presidente dell’associazione “Fabbrikando l’avvenire Crotone) “c’è bisogno di dati certi, scientifici e validati per certificare il legame tra l’insorgere di determinate patologie e la presenza di scorie e materiali cancerogeni. Fondamentale è la georeferenziazione”.
Il tema del Registro Tumori ha impegnato a lungo la Commissione con le audizioni di Damiano Falco rappresentante Lega italiana contro i tumori (Crotone); Filippo Sestito (referente per Crotone dell’associazione “Franco Nisticò”, intervenuto in rappresentanza delle delegazioni di Reggio, Catanzaro e Cosenza); Rosalba De Filippo Scali (presidente Ail - associazione italiana contro le leucemie - Reggio Calabria); Francesco Nigro, direttore Hospice “San Giuseppe Moscati” di Cassano allo Ionio e Vincenzo Trapani Lombardo, presidente fondazione Hospice “Via delle Stelle” di Reggio Calabria.
I soggetti auditi “hanno ringraziato il presidente Salvatore Pacenza e l’intera Commissione per la sensibilità e l’attenzione dimostrate verso un problema di alta rilevanza socio-sanitaria”.
Nel proseguo, la Commissione ha esaminato l’articolato della proposta di legge “Soccorso ed elisoccorso in montagna. Norme per promuovere il soccorso alpino in Calabria”, decidendo per un ulteriore approfondimento.
Via libera all’unanimità alla proposta di legge di iniziativa del consigliere Tilde Minasi, “Norme per la promozione della cittadinanza di genere e politiche di conciliazione vita-lavoro”.
La Commissione ha infine ritenuto opportuno - per recepire alcune osservazioni - rinviare l’esame della proposta normativa “Promozione della città dei bambini e delle bambine” e della proposta di provvedimento amministrativo: “Proposta di legge al Parlamento per la tutela della salute degli individui tramite il riordino delle norme vigenti in materia di giochi con vincite in denaro”.
A margine dei lavori, il presidente Salvatore Pacenza ha dichiarato: “L’intensità e la partecipazione alle audizioni sull’istituzione ed il funzionamento del Registro sui Tumori dimostra quanto sentito sia questo argomento nella popolazione calabrese. Ci siamo impegnati a portare a conoscenza di tutto il Consiglio regionale, attraverso un’apposita relazione, l’esito delle audizioni proprio con lo spirito di avvicinare i cittadini alle Istituzioni”.
Presenti alla seduta i consiglieri Giordano, Naccari Carlizzi, Tripodi, Chizzoniti, Crinò, Scalzo, Vilasi, Minasi, Guccione, Guagliardi e Gallo.