Tuesday, 30 November 2021

Approvato provvedimento che rivisita legge protezione civile

Protezione Civile Calabria


Diffondere la cultura della protezione civile nella scuola per consegnare al futuro, cittadini più informati e consapevoli dei problemi dell’ambiente e in grado, nelle situazioni di rischio, di attuare comportamenti responsabili e adeguati alle circostanze di emergenza e di pericolo: questo l’obiettivo della proposta di legge n. 320^ a firma del consigliere Giovanni Bilardi, esaminata ed approvata oggi dalla Commissione “Affari Istituzionali e Generali”, presieduta dal consigliere Giuseppe Caputo.
Un intervento normativo che va ad incidere sulla Legge organica (n. 4 del 1997) di protezione civile della Regione Calabria, in una realtà che presenta - come noto - una elevatissima pericolosità sismica.
“Da qui - ha spiegato Bilardi, relazionando in Aula - la necessità di formare una coscienza della prevenzione, proprio a partire dalla scuola, luogo per eccellenza della crescita intellettuale e culturale dei giovani, stimolando gli allievi a riflettere e a confrontarsi con i problemi della sicurezza e della difesa dai rischi”.

Il consigliere Giovanni Bilardi


Nel provvedimento si assegna particolare rilevanza ai percorsi formativi e alle esercitazioni per gli studenti ed il personale dirigente e docente, che - ha sottolineato Biliardi - “contribuiranno senza dubbio a garantire, nelle situazioni di emergenza, automatiche reazioni di tutela verso se stessi e verso gli altri, integrando anchei soggetti più deboli in un sistema organizzato che eluderà il senso di solitudine di fronte a pericolo”.
“Un provvedimento importante che, specie in una regione come la Calabria, ad elevato rischio sismico - ha detto il presidente Caputo - punta a formare la giusta consapevolezza e preparazione rispetto alla gestione delle situazioni di rischio e di emergenza, oltre che a produrre cambiamenti culturali profondi. Uno strumento normativo - ha concluso il presidente dell’organismo consiliare - che ci consente soprattutto di mantenere alta l’attenzione, accrescendo la conoscenza e svincolandola dal verificarsi delle situazioni di emergenza”.
Alla seduta hanno preso parte il vicepresidente del Consiglio Alessandro Nicolò (Pdl), i consiglieri Agazio Loiero (Autonomia e Diritti), Giovanni Bilardi (Scopelliti Presidente), fonso Dattolo (Udc), Fausto Orsomarso (Pdl), Mimmo Talarico (Idv) e Alfonsino Grillo (Scopelliti Presidente).