Tuesday, 07 December 2021

Consiglio regionale, via libera alla manovra di assestamento di Bilancio 2016/2018 dell’Assemblea legislativa. Approvate inoltre, due proposte di legge e cinque provvedimenti amministrativi.

Il Consiglio regionale, presieduto da Nicola Irto, ha approvato la manovra di assestamento al Bilancio 2016/2018 di Palazzo Campanella e le conseguenti variazioni.
Il consigliere relatore, il segretario-questore dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio, Giuseppe Neri, ha esposto all’Aula le ragioni della manovra e le nuove coperture finanziarie.seduta del 10.11.15 aula
“Nel rispetto delle norme in materia di armonizzazione contabile – ha detto Neri – ed in ossequio all’autonomia di bilancio riconosciuta al Consiglio regionale dalla l.r. 25/2004, l’Ufficio di Presidenza ha proposto di destinare la quota libera dell’avanzo di amministrazione costituendo un Fondo per le passività potenziali, pari a un milione di euro, e 357.201,70 euro per la copertura del disavanzo tecnico al 1 gennaio 2015”.
L’Assemblea, proseguendo i lavori, dopo la relazione del consigliere Michele Mirabello, ha approvato l’effettuazione  di un referendum consultivo obbligatorio delle popolazioni interessate  sulla proposta di legge per il cambio di denominazione del Comune di Ricadi (VV) in Comune di Ricadi - Capo Vaticano. Uguale provvedimento (consultazione referendaria), relatore il consigliere Giuseppe Giudiceandrea, è stato deciso dall’Aula  per l’istituzione del nuovo Comune di ‘Villa Brutia’, come effetto della fusione  dei Comuni di Casole Bruzio, Pedace, Serra Pedace, Spezzano Piccolo e Trenta.
Nel corso della seduta, il Consiglio ha altresì  deliberato la modifica  della legge 28/2004 sulla figura del Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza,  (relatore il consigliere Franco Sergio); il programma delle attività, unitamente al fabbisogno finanziario, per l’anno 2017 del Corecom; l’approvazione dei debiti fuori bilancio di Palazzo Campanella per effetto delle condanne esecutive.
Infine, su richiesta del presidente del gruppo di Forza Italia, Alessandro Nicolò, il presidente Irto inserisce la proposta di legge per l’Istituzione dell’Osservatorio regionale sulla violenza di genere e il Consiglio l’approva. La trattazione dell’ultimo argomento posto all’ordine del giorno dei lavori inerente le nomine negli enti di competenza del Consiglio, su richiesta del capogruppo del Pd, Sebi Romeo è stata  rinviata ad altra seduta.  Prima della conclusione dei lavori, il Consiglio ha approvato un ordine del giorno del consigliere Michele Mirabello per la riapertura della vertenza gruppo Italcementi-Heidelberg e per la bonifica del sito industriale di Vibo Valentia,  e un lavoro di verifica per reindustrializzare quell’area attraverso la riconversione dell’opificio.