Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Mercoledì, 19 Gennaio 2022

A Mormanno indagine conoscitiva della IV commissione

La Quarta commissione consiliare regionale, mercoledì 5 dicembre sarà a Mormanno. Tenendo fede ad un impegno assunto al momento della sua nomina, formalizzata il 27 novembre scorso, il neo presidente della commissione, Gianluca Gallo, ha infatti convocato proprio nella città La Quarta commissione consiliare regionale, mercoledì 5 dicembre sarà a Mormanno. Tenendo fede ad un impegno assunto al momento della sua nomina, formalizzata il 27 novembre scorso, il neo presidente della commissione, Gianluca Gallo, ha infatti convocato proprio nella città del Pollino la prossima riunione dell’organismo.

Il presidente dell IV Commissione Gianluca Gallo


«Credo sia doveroso, da parte di chi rappresenta la Calabria nelle istituzioni», commenta il Gallo, «manifestare solidarietà e vicinanza alle popolazioni colpite dal terremoto, ma anche e soprattutto adoperarsi per ricercare soluzioni concrete ai disagi che i residenti dell’area vivono ormai da due anni, da quando lo sciame sismico è iniziato, e che si sono drammaticamente aggravate il 26 ottobre, con la scossa di magnitudo 5 che ha notevolmente peggiorato il quadro». Rendendo inagibili case, attività commerciali e persino Chiese, con gravi ripercussioni, dunque, anche sull’apparato economico e produttivo e sul patrimonio dei beni culturali, di grande pregio e valore. Aggiunge il presidente Gallo: «La nostra visita a Mormanno non vuol essere solo un abbraccio simbolico dell’intera regione a questo lembo di Calabria, quanto piuttosto l’avvio di un percorso che possa portare ad affrontare con successo l’emergenza e ad andare al di là di essa, attraverso l’individuazione di percorsi normativi che dall’emergenza traggano spunto per individuare modelli di sviluppo e di tutela del territorio che aiutino il ritorno alla normalità e consentano l’adozione di più efficaci strumenti di prevenzione»
L’incontro in programma si svolgerà nella mattinata di mercoledì, in Comune. Invitati a partecipare, per offrire il loro contributo all’indagine avviata, oltre ai primi cittadini dell’area, anche il Prefetto, Raffaele Cannizzaro; il sottosegretario regionale alla Protezione Civile, Franco Torchia; il vescovo della Diocesi di Cassano all’Jonio, monsignor Nunzio Galantino; i rappresentanti della Provincia di Cosenza; i responsabili delle associazioni di volontariato in prima linea nell’attività di protezione civile.