Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Venerdì, 22 Ottobre 2021

Diversi provvedimenti approvati in II Commissione. Via libera all’esercizio finanziario 2015 dell’Arcea

“Con il parere positivo al regolamento attuativo di iniziativa della Giunta regionale sulla rateizzazione dei debiti tributari e delle relative sanzioni, espresso ieri in Commissione Bilancio, si porta a compimento la riforma di un sistema che non teneva in giusto “Con il parere positivo al regolamento attuativo di iniziativa della Giunta regionale sulla rateizzazione dei debiti tributari e delle relative sanzioni, espresso ieri in Commissione Bilancio, si porta a compimento la riforma di un sistema che non teneva in giusto conto le esigenze dei contribuenti in difficoltà e che, pertanto, da tempo necessitava di un adeguamento alla fragile realtà economica calabrese”.Seconda Commissione 23.016.17
A dichiararlo, il consigliere regionale del Pd Domenico Battaglia, proponente della legge regionale approvata  il 5 luglio 2016 che ha concluso il suo iter con l’approvazione del regolamento attuativo. “E’ in questo spirito socio- culturale che è stata pensata la proposta, per la quale  mi sono fortemente battuto, affinchè fossero individuati parametri oggettivi e possibilità reali di accesso al beneficio per chi si trovi in condizioni disagiate, così come sono state definite dal regolamento della Giunta. A questo tipo di risposte dalla forte valenza sociale – continua Battaglia- la politica deve sapere dare risposte scendendo sul territorio e parlando alla gente”.
“La novità legislativa più significativa consiste nella possibilità che si apre al contribuente di essere autorizzato al pagamento in forma rateizzata del debito tributario accertato e ciò nel momento stesso in cui gli viene recapitato l’avviso di accertamento. Così presentando apposita domanda – successivamente accolta- al Dipartimento Bilancio della Regione Calabria, si evita – conclude Battaglia- l’iscrizione al ruolo che comporterebbe ulteriori interessi e sanzioni. E tutto ciò anche a vantaggio delle casse regionali”.